Biscotti tipo “Cuori di Prada alle mandorle”

Biscotti tipo Cuori di Prada alle mandorle

C’è una cosa che ho sempre trovato assai buffa nei miei amici trentini: che il biscotto che li commuove e a cui non possono resistere (ve lo giuro), insomma, un po’ la loro madeleine di Proust, non è un biscotto di qualche marca famosa (es. nel mio caso sono indubbiamente gli Abbracci). No, sono i “Cuori di Prada”. E non parliamo di Miuccia. Questo biscottificio trentino doc ha stregato tutti gli abitanti della regione con questa semplice pastafrolla. E cosa è successo di recente? Li hanno prodotti pure con la ricetta “alle mandorle”. Morale: Mrgrass che in realtà è uno scoiattolo travestito da umano, li ha comprati diciamo un venerdì pomeriggio, terminandoli il sabato sera. E mica lo potevamo lasciare senza la dolcezza la domenica, no? Allora, visto che per il mio compleanno ho ricevuto in regalo un libro Meraviglioso sulla pasticceria (con la M maiuscola) dove ho finalmente trovato nutrimento per il mio approccio scientifico alla cucina ho detto: “ Bene, qui ci sono gli ingredienti. Adesso provo a rifarli.” Come sono venuti? Li ho dovuti nascondere per non essere costretta a rifarli il martedì. Vi basta?

Ah bè… li ho fatti a scoiattolo. Rispetto il copyright del sig. Prada.

Tempo: 30 minuti + 30 minuti riposo + 25 minuti cottura

Ingredienti per circa 70 biscotti

400 gr farina 00

200 gr zucchero di canna

200 gr margarina bio fredda

100 gr mandorle spellate

1 uovo

2 gr lievito

2 gr sale

Preparazione

  1. In forno o sul fuoco, tostare leggermente le mandorle, in modo che sviluppino il loro aroma.
  2. Togliere dalla teglia, fare raffreddare benissimo e tritare fino ad ottenere una farina.  
  3. Tritare lo zucchero di canna nel mixer in modo che diventi fine come lo zucchero a velo.
  4. In una ciotola miscelare la farina 00 con la farina di mandorle e il lievito, aggiungere la margarina fredda a tocchetti e impastare velocemente.
  5. Aggiungere lo zucchero, l’uovo e il sale, formando il più velocemente possibile una palla.
  6. Avvolgere con la pellicola e mettere in frigo per almeno un’ora (ma se resta mezza giornata o fino al giorno dopo non è un problema).
  7. Scaldare il forno a 180°. Stendere la pasta in una sfoglia alta 5 mm, tagliare i biscotti con la forma che si preferisce. Rimettere in frigo l’impasto che non usiamo subito.
  8. Appoggiare man mano i biscotti su una leccarda coperta da carta da forno, infornarli per circa 10’, ma controllare sempre a vista: nel caso di biscotti è fondamentale conoscere bene il proprio forno, perché bastano 2 minuti per bruciarli!
  9. Lasciare raffreddare bene e conservare in una scatola di latta, al fresco, anche per una settimana.