Baci di dama rustici per il GFBCS 2014

 

IMG_20141214_182715IMG_20141214_182530

Quando a inizio novembre un’amica mi disse: “Dai un’occhiata, potrebbe piacerti” sono immediatamente rimasta entusiasta dell’idea del Cookie Swap. Fare biscotti per sconosciuti e riceverne in cambio ti fa sentire un po’ un elfo di Babbo Natale, un po’ una protagonista di un romanzo dell’800. Anche perché i biscotti vanno spediti per posta, quindi c’è poi la trepidazione di ricevere un bel pacchetto a sorpresa (la posta fisica conserva una fascino tutto suo, per me).

Mentre meditavo se iscrivermi o meno, avevo già pensato al problema del packaging: giustamente, uno vorrebbe che i suoi biscotti arrivassero interi, 12 biscotti spediti a 3 foodblogger diversi, che non vorrebbero ricevere una montagna di briciole. Ed ecco perché ho subito pensato ai baci di dama: li ho fatti l’hanno scorso prendendo spunto dalla ricetta di lacilieginasullatorta, sono buonissimi ed essendo (più o meno) sferici ho valutato una percentuale più alta di sopravvivenza. Ci ho aggiunto un tocco più rustico grazie alla farina di grano saraceno, che adoro e metterei dovunque.

C’è stato solo un contrattempo: io pensavo che lo scambio fosse mutuale con i 3 foodblogger a cui li ho spediti, quindi non ho inserito nessun bigliettino che mi identificasse…ma ho rimediato!

TEMPO: GIORNO 1 – 4 h per burro morbido + 30 min preparazione + GIORNO 2 – 15 min cottura + 2 h raffreddamento

Ingredienti per circa 60 baci

200 g di burro morbido
150 g di zucchero semolato
200 g di nocciole tostate
170 g di farina 00
30g di farina di grano saraceno
1/2 fialetta di aroma vaniglia
un pizzico di sale
100 g di cioccolato fondente almeno al 55%

Preparazione

GIORNO 1

    1. Mettete le nocciole in freezer per almeno 1h, ma se vi ricordate, fatelo qualche ora o addirittura il giorno prima.
    2. Tirate fuori il burro dal frigo dalle 2 alle 4 ore prima di fare queste ricetta (dipende quanti gradi avete in casa, deve essere molto morbido).
    3. Lavorate il burro (a mano o con la foglia dell’impastatore) fino ad ottenere una crema morbida e aggiungere l’estratto di vaniglia.
    4. Frullare le nocciole con lo zucchero fino ad ottenere una farina piuttosto sottile.
    5. In una ciotola setacciare la farina, unite le nocciole con lo zucchero, il pizzico di sale e rovesciare il tutto nella terrina del burro, mescolando velocemente per ottenere un impasto omogeneo.
    6. Avvolgere l’impasto con pellicola e lasciar riposare in frigorifero per una notte.

GIORNO 2

  1. Accendere il forno sui 170° e preparare 2 teglie ricoperte con carta da forno.
  2. Tirare fuori l’impasto dal frigo e formare tante palline grandi quanto una biglia, distanziandole bene, perché in cottura si allargano molto.
  3. Appena sono pronte, infornate le calotte dei baci (cioè mezzo bacio) in forno per circa 10- 15 minuti: devono dorare leggermente. Fate molta attenzione a questo passaggio.
  4. Vi consiglio di fare una teglia alla volta e riporre la pasta in frigo tra una infornata e l’altra.
  5. Lasciare raffreddare i baci su una griglia.
  6. Nel frattempo fondere il cioccolato a bagnomaria.
  7. Per finire unite le cupoline a due a due con una goccia di cioccolato fuso e lasciarle raffreddare completamente.
  8. Si conservano benissimo nei sacchettini per biscotti o in una scatola di latta, anche per più settimane (ma nutro serissimi dubbi che durino tanto a lungo!).

One thought on “Baci di dama rustici per il GFBCS 2014

  1. Per fortuna che siamo riuscite a contattarci, altrimenti non sarei riuscita a recuperare la ricetta di questi buonissimi baci di dama. La farina di grano saraceno dà davvero un tocco in più a questi biscotti! Grazie mille ancora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *